agosto 2016 milano, stili di vita

15 grandi bellezze d’Italia imperdibili e da vedere gratis

1506 views Lascia un commento

L’Italia, ce lo diciamo spesso, è piena di opere d’arte che ci invidiano in tutto il mondo. Eppure capita che gli stessi italiani, nel corso della propria vita, non dedichino abbastanza tempo ad andare a visitare questi veri e propri capolavori.

La questione, a volte, è anche di possibilità economica. L’Italia possiede però anche un ricchissimo patrimonio di monumenti e luoghi d’arte (chiese, fontane, piazze) visitabili del tutto gratuitamente.

Vita Low Cost ha selezionato quindi una lista di tesori artistici imperdibili e a disposizione di tutti, con qualche cenno storico e una curiosità per farvi fare bella figura in famiglia o con gli amici.

Passeggiata dei Fori

Roma, da piazza del Colosseo a piazza Venezia
Fori_imperiali

Dall’Anfiteatro Flavio, noto come il “Colosseo”, potrete godervi una passeggiata indimenticabile tra i Fori dell’antica Roma imperiale e repubblicana fino alla splendida piazza Venezia e concedervi la vista dalla sommità dell’Altare della Patria.

Curiosità
L’origine dell’appellativo “Colosseo” sembra derivi dalla presenza di un’enorme statua di 30 metri (un vero “colosso”) nel punto in cui oggi è l’ingresso della stazione metropolitana.

 – – –

Basilica di S.Pietro

Roma, Piazza San Pietro
View_of_saint_Peter_basilica_from_a_roof

Se non avete tempo o voglia per l’interminabile fila ai Musei Vaticani (gratis ogni quinta domenica del mese), passeggiare in mezzo al colonnato del Bernini ed entrare nell’enorme Basilica è già di per sé un’esperienza indimenticabile.

Curiosità:
Per realizzare lo spettacolare Baldacchino di San Pietro, posto dal Bernini al centro della Basilica, furono utilizzati i rivestimenti in bronzo della colossale porta del Pantheon, sempre a Roma.

– – –

Piazza del Popolo

Roma, Piazza del Popolo
Roma_Piazza_del_Popolo_BW_1

La piazza è un luogo suggestivo dove sostare un momento durante la visita della Capitale, magari sedendosi sugli scalini dell’Obelisco Flaminio e osservando gli scorsi del tridente di via del Babuino, via del Corso e via di Ripetta.

Curiosità
La chiesa di Santa Maria del Popolo contiene ben due “Caravaggio” fruibili gratuitamente. A Roma ci si abitua bene: a San Luigi dei Francesi.

– – –

Da Palazzo Madama alla Mole di Torino

Torino, da Piazza Castello a via Montebello
elvis-perkins

La facciata settecentesca di Palazzo Madama di Filippo Juvarra nasconde, se ci girate intorno, il corpo originario di epoca medievale, in un abbraccio architettonico suggestivo. Da questo punto in dieci minuti potete raggiungere la sorprendente “Mole Antonelliana”.

Curiosità
L’edificio di Alessandro Antonelli si chiama “Mole” perché all’epoca era l’edificio in muratura più alto del mondo, primato perso nel 1953 per il crollo della guglia originaria.

– – –

Basilica Superga

Torino, Strada Basilica di Superga, 73
basilica-superga

Oltre ad essere uno splendido esempio di architettura tardo-barocca , la basilica si trova su una collina da cui si può godere una splendida vista di Torino, specialmente al tramonto.

Curiosità
Il 4 maggio 1949 l’aereo che trasportava il “GrandeTorino” si schiantò proprio dietro la basilica, che divenne luogo di commemorazione riconosciuto dalla FIFA e dagli amanti del calcio in tutto il mondo.

– – –

 

Duomo di Milano

Milano, Piazza del Duomo
876MilanoDuomo

Dedicato a Santa Maria Nascente, il Duomo è la seconda chiesa più alta del mondo e la terza per dimensione, decorata fuori e dentro da oltre 300 statue risalenti a diversi periodi storici.

Curiosità
La costruzione della Duomo fu una delle più lunghe della storia. Iniziata nel lontano 1387, fu terminata ufficialmente solo nel 1965 con la realizzazione dell’ultima porta bronzea.

 – – –

 

Castello Sforzesco

Milano, Piazza Castello
1000px-CastelloSforzesco-MainCourtyardPanorama

Da cittadella fortificata a palazzo ducale, il Castello è oggi un bellissimo parco nel cuore di Milano , in cui si possono ammirare liberamente le trasformazioni architettoniche che si sono succedute nel corso dei secoli.

Curiosità
Il Castello è anche sede dell’ultima Pietà scolpita da Michelangelo,  visitabile gratuitamente ogni prima domenica del mese.

 – – –

 

Piazza dei Miracoli

Pisa, Piazza dei Miracoli
800px-Pisa_piazza_miracoli2

È un luogo incantevole dove passare il tempo, aggirandosi tra quattro capolavori dell’architettura medievale, tra cui la “stra-famosa” Torre pendente.

Curiosità
Il terreno sotto la torre cominciò a cedere quando furono completati i primi due piani, così fu necessario un autentico miracolo di ingegneria per realizzare il resto della struttura in modo che controbilanciasse il baricentro.

 – – –

 

Loggia dei Lanzi

Firenze, Piazza della Signoria
5909625867_7cd554a171_b

Partendo da Ponte Vecchio e raggiungendo a piedi Piazza della Signoria, si può dare una sbirciata agli ambienti aperti al pubblico di Palazzo Vecchio e poi fermarsi incantati di fronte ai capolavori scultorei sotto la Loggia dei Lanzi.

Curiosità
A differenza di molte statue famose all’aperto che sono state ritirate all’interno dei musei e sostituite da copie, la Loggia dei Lanzi ospita ancora tutti gli originali.

 – – –

 

Santa Maria del Fiore

Piazza del Duomo, Firenze
florence-386231_640

Qui non c’è che l’imbarazzo della scelta di nomi eccellenti, tra la Basilica di Santa Maria del Fiore, con la famosa cupola del Brunelleschi, il suo Campanile, progettato da Giotto, e il Battistero con la cosiddetta “Porta del Paradiso”di Lorenzo Ghiberti.

Curiosità
Per realizzare il già rivoluzionario progetto della Cupola di Santa Maria del Fiore,  il Brunelleschi (in pratica un Leonardo ante litteram) progettò personalmente tutti i sistemi di pulegge e impalcature per la sua realizzazione.

 – – –

 

Duomo di Napoli

Napoli, Via Duomo 149
Napoli_-_Il_Duomo2

La Cattedrale di Santa Maria Assunta di Napoli contiene capolavori di diverse epoche storiche, dal XIV al XVIII secolo tra cui in particolare la “Madonna col bambino di Tino di Camaino”.

Curiosità
È qui che viene conservato il famoso “Sangue di San Gennaro” che ridiventa liquido durante la solenne cerimonia che si svolge tre volte l’anno.

 – – –

 

Piazza del Gesù Nuovo

Napoli, Piazza del Gesù Nuovo
Chiesa_del_Gesù_Nuovo_Napoli

Il luogo è ricco di monumenti da visitare, dalla Chiesa del Gesù Nuovo, alla Basilica di Santa Chiara. Al Centro troneggia l’obelisco dell’Immacolata.

Curiosità
La facciata a “bugne” della chiesa del Gesù Nuovo è piena di strane incisioni collegate a diverse leggende a sfondo esoterico.

 – – –

 

Da San Domenico al Duomo

Siena, da Piazzale San Domenico a Piazza del Duomo
Siena_-_Duomo_001

La chiesa di San Domenico è il punto migliore per iniziare un’indimenticabile passeggiata per la via principale della città, che i senesi chiamano “il corso”, attraversando la magnifica Piazza del Campo e raggiungendo l’imponente Duomo.

Curiosità
Nel XIV secolo la grande navata centrale del Duomo di Siena avrebbe dovuto diventare il transetto (ovvero il lato corto) di una cattedrale molto più grande. L’ambizioso progetto, di cui si intravedono i primi lavori sul lato destro, fu abbandonato a causa della pestilenza del 1348.

 – – –

 

Piazza san Marco

Venezia, Piazza San Marco
20110722_Piazza_San_Marco_Venice_4204

Una delle più belle piazze del mondo, tanto da meritarsi il nome di “Salotto d’Europa”. La visione organica che vi si gode della Laguna e dei diversi monumenti che vi si affacciano, tra cui l’omonima Basilica, la rendono un luogo magico dove il tempo passa senza accorgersene.

Curiosità
I 4 cavalli in bronzo sopra al portale della Basilica di San Marco, risalenti al IV sec. a C., furono trafugati diverse volte nel corso del tempo (anche dallo stesso Napoleone) ma finirono sempre per tornare alla Serenissima.

 – – –

 

Il teatro di Siracusa

Siracusa, Parco archeologico Neapolis, ingresso in Via Paradiso, 14
Theatre_Panoramic-(1)

Un teatro greco del V Secolo perfettamente conservato, visitabile all’interno del Parco archeologico della Neapolis, gratis ogni prima domenica del mese.

Curiosità
L’acustica ancora perfetta del teatro lo rende utilizzabile ancora oggi per spettacoli di musica lirica, danza e soprattutto rappresentazioni di tragedie e commedie greche classiche.

AS

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Low Cost

Seguici su

Iscriviti alla nostra

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *